Home page - R12 Agenti attività in finanziaria Mediatori creditizi

Free hit counter
Vai ai contenuti

Menu principale:

NOTIZIE FLASH

Consultazione pubblica sulla Circolare contenente disposizioni inerenti la prosecuzione dell'attività di agenzia in attività finanziaria e di mediazione creditizia da parte di soggetti privi di un diploma di scuola superiore di durata quinquennale.
La presente consultazione ha la finalità di acquisire valutazioni, osservazioni e suggerimenti da parte dei soggetti interessati.
Il termine per l'invio delle osservazioni è fissato al 17 gennaio 2013.
I commenti possono essere inviati per e-mail, specificando nell'oggetto l'argomento posto in consultazione, all'indirizzo: consultazione.pubblica@organismo-am.it
I commenti pervenuti saranno resi pubblici al termine della consultazione, salvo espressa richiesta di non divulgarli. Il generico avvertimento di confidenzialità del contenuto della e-mail, in calce alla stessa, non sarà considerato una richiesta di non divulgare i commenti inviati.
 Circolare contenente disposizioni inerenti la prosecuzione dell'attività di agenzia in attività finanziaria e di mediazione creditizia da parte di soggetti privi di un diploma di scuola superiore di durata quinquennale. Fonte: sito Organismo AM
bozza Circolare OAM

IN PRIMO PIANO

Soggetti privi di un diploma di scuola superiore di durata quinquennale.
Il rumoroso silenzio che caratterizza la costosa vita dell'OAM, viene finalmente squarciato da un soprassalto di vita, di cui siamo positivamente sbigottiti, sperando che sia l'inizio di un più generale risveglio sulle varie problematiche create dalla normativa.
Come da mesi denunciato dal nostro sindacato, con interventi ed interviste, mai degnate di risposta,  si cerca, all'ultimo momento del processo di riaccreditamento lavorativo, ( meglio tardi che mai) di superare una palesemente intollerabile discriminazione introdotta dalla normativa: l'espulsione coattiva dalla professione per coloro non detentori di diploma quinquennale. Un irresponsabile modo per fare inutilmente della macelleria sociale a freddo. Con un rigo si buttavano nella spazzatura anni di lavoro e con essi il lavoratore espressione concreta e vitale di quegli anni , oltre implicitamente, a dichiarare che tutti gli obbligatori corsi di   aggiornamento erano poco più di un gioco di società ( a carico del lavoratore). Tale situazione, a dire il vero, rappresenta l'estremizzazione più emblematica, del metodo generale con cui si è costruito il processo di riforma, all'insegna di un principio di presunta  asetticità tecnica, tra governo e Bankitalia,( dentro cui si nascondevano corposi interessi ), strumentalizzando  artatamente  la direttiva europea di riferimento sorgivo. Così infischiandosene in scioltezza anche dello sbandierato dibattito pubblico, usato come foglia di fico, ed ignorando radicalmente tutte le indicazioni pervenute dalle commissioni parlamentari, con il risultato di avere creato l'ennesima macchina burocratica, in assenza di sostanziali benefici che non fossero già perseguibili agendo selettivamente sulla normativa esistente, per adeguarla ai principi della direttiva europea,  ma facendo decollare costi e vincoli, funzionali solo alla macchina stessa.. Che adesso, e così tardi, almeno si inizi a ragionare, mettendo in campo un minimo di buon senso, di fronte all'enormità della violenta discriminazione che si sta perpetrando, non deve essere motivo di vanto per nessuno, né tanto meno per gli appartenenti all'OAM, dopo mesi e mesi passati esclusivamente nell'ansia ossessiva di fare cassa.. Anche considerato il fatto che, come si vede nel progetto di bozza proposto, nella legge vi sono spazi di ambiguità, ovvero di discrezionale interpretazione, che permettono di spostare, o meno, i criteri valutativi, facendo emergere, almeno nel periodo transitorio, quelli di effettività pluriennale lavorativa, non sarebbe stato normale, intervenire nell'immediatezza dell 'avvio del processo di iscrizione? Senza creare tante paure e patemi d'animo, lasciando cinicamente tanti lavoratori, in una condizione di indeterminatezza e potenziale disastro economico. Pur partecipando a questo singolare nuovo dibattito pubblico, lo riteniamo ancora una volta l'ennesima atto formale, puramente estetico, per un Organismo non rappresentativo e largamente oscuro nella pubblicità dei suoi meccanismi di funzionamento e determine di spesa, su cui il nuovo parlamento, riteniamo, dovrà fare chiarezza.. A maggior ragione, pertanto, invitiamo preventivamente a neanche immaginare di mettersi il fiore all'occhiello per questa tardiva iniziativa.

News sindacali

R12/UILca: " Diciamo NO all’esclusione di agenti/mediatori/dipendenti, già iscritti negli elenchi precedenti di Bankitalia, per mancanza del requisito del diploma quinquennale".
Riusciremo a trovare un " giudice a Berlino " (Brecht), che intervenga per ripristinare un minimo di equilibrio ed effettivo rispetto dei diritti per gli agenti ed i mediatori creditizi? Superato da tempo l'accanimento, siamo passati al calvario. Che tale è quando si incide sulla carne viva del lavoro svolto e che, improvvisamente, per mera volontà interpretativa riduttiva e anticostituzionalmente retroattiva, si pretende di cambiare assurdamente intervenendo sulle condizioni di accesso alla professione.
Così colpendo operatori che da decenni sono sul campo ed hanno, naturalmente, già provveduto a tutti i passaggi formativi previsti anche in precedenza.
Di colpo gli si impedisce di lavorare ( e vivere, quindi) affiancando ai tre anni di operatività negli ultimi cinque, l'obbligo del diploma quinquennale, innestando il minaccioso meccanismo, già partito, di revoca del mandato o licenziamento, dopo il 31 Dicembre.
Rivolgiamo un pressante appello al MEF e al Ministero del Lavoro affinchè intervengano immediatamente a sanare una situazione che impatta con inaudita violenza sull'esistenza concreta di centinaia di persone che hanno sempre rispettato tutti i successivi adempimenti deontologici richiesti e dimostrato pluriennalmente la loro capacità di seri e trasparenti professionisti.
Altrimenti il " giudice " lo si dovrà cercare nelle aule giudiziarie dimostrando, patologicamente,  ancora una volta, che in questo paese, i diritti di lavoratori (e cittadini) non possano essere tutelati diversamente.
In tutto questo l'OAM si segnala per il suo burocratico ed assordante silenzio (seppur costoso).


Simplybiz.net intervista  il segretario nazionale di R12, Sindacato Intermediari del credito, Piero Antonio Billò sulla nuova disciplina per agenti e i mediatori.

Scritto da Paolo Tosatti - Simplybiz.net
Prima una lettera indirizzata al ministero del Lavoro per chiedere un incontro volto a individuare provvedimenti in grado di tutelare il comparto della mediazione creditizia e alleviare la “situazione di assoluto disagio nella quale si trova la categoria dei mediatori e agenti”.
Poi una nota di protesta per sottolineare la cattiva gestione del periodo transitorio da parte dell'Oam
.
Le ultime due iniziative messe in campo dall'R12, Sindacato intermediari del credito, affiliato Uilca-Uil... leggi  tutto


R12 accusa l' OAM di cattiva gestione del " periodo transitorio " delle iscrizioni
Ricordate la storica frase che pronunciava Topogigio quanto sentiva una castroneria : "ma cosa mi dici mai", questo e quello che ci viene da chiedere a Maurizio Manetti & C. dopo avere letto quanto scrivono sul sito dell' OAM...leggi tutto

R12/UILca, insieme ai sindacati della categoria di Cgil - Cisl - Ugl e Fimaa, scrive al Dott. Giuseppe Mastropietro del Ministero del Lavoro per sottolineare la situazione di assoluto disagio nella quale si trova la categoria dei mediatori e agenti e per la quale chiediamo la disponibilità ad un nuovo incontro per analizzare possibili risoluzioni che tutelino il comparto. leggi tutto


Con il secondo decreto correttivo del Dlgs.141/ 2010 si chiudono i giochi di una partita che ha visto in campo un solo giocatore che si è portato a  casa il pallone, fin dall'inizio: il Governo.
Il testo non accoglie nulla delle pur limitate e sommesse indicazioni pervenute dalle Commissioni di Camera e Senato  costituite da rappresentanti democraticamente eletti dal popolo Italiano. leggi tutto



Domani, venerdì 14 settembre, il II° Correttivo arriva in Consiglio dei Ministri.
Il Decreto Legislativo: "Ulteriori modifiche ed integrazioni al DLG n. 141 del 2010, recante attuazione della direttiva 2008/48/CE relativa ai contratti di credito ai consumatori, nonché modifiche del Titolo V del T.U. bancario sulla disciplina dei soggetti operanti nel settore finanziario e dei mediatori creditizi", verrà discusso ed approvato in via definitiva nella mattinata come previsto dall' ordine del giorno del Consiglio dei Ministri.                      


Sindacati e associazioni datoriali scrivono al Governo per sollecitare l' approvazione del secondo decreto correttivo con le modifiche richieste.
Oggi le associazioni sindacali maggiormente rappresentative della categoria, hanno scritto al Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Monti, al Ministro dell' Economia e delle Finanze Vittorio Grilli, al Ministro del Lavoro e Politiche Sociali Elsa Fornero, chiedendo l' approvazione del II° Correttivo in tempi brevi per evitare gravi ripercussioni occupazionali nel settore creditizio e finanziario.


Roma, 01 Agosto 2012
La VI Commissione Finanze della Camera dice No al Monomandato per Agenti in attività finanziaria, soddisfatto il Sindacato per le modifiche inserite. Monomandato addio!
Giornata positiva per la "borsa sindacale", infatti oggi prima delle 15,00 la Commissione VI ha votato il parere favorevole con osservazioni al D.Lgs  n. 486 decreto legislativo concernente ulteriori modifiche ed integrazioni al decreto legislativo 13 agosto 2010, n. 141, recante attuazione della direttiva 2008/48/CE relativa ai contratti di credito ai consumatori, nonché modifiche del titolo V del testo unico bancario in merito alla disciplina dei soggetti operanti nel settore finanziario, degli agenti in attività e dei mediatori creditizi.. leggi tutto


Roma, 30 Luglio 2012
01 agosto 2012 -  La VI Commissione Finanze della Camera, deciderà il destino di 80.000 lavoratori e delle loro famiglie
Eccoci alle battute finali dell' esame del D.Lgs n. 486, più conosciuto come II° Correttivo al D.Lgs 141/2010, convocata  mercoledì  per il seguito della verifica dell' atto di Governo.
Ma chi sono i componenti della Commissione VI a cui è delegato il futuro lavorativo di oltre 80.000 donne e uomini e delle loro rispettive famiglie  in un momento così drammatico della sittuazione lavorativa del nostro Paese? Conosciamoli meglio..
leggi tutto


Roma, 26 Luglio 2012

Arrivano le prime modifiche, richieste dai sindacati, alla 141/2010 da parte del Senato

Oggi la VI Commissione Finanze  del Senato, presieduta dal Vice Presidente, Sen. Adriano Musi, ha licenziato lo schema di decreto legislativo concernente ulteriori modifiche ed integrazioni al decreto legislativo 13 agosto 2010, n. 141, recante attuazione della direttiva 2008/48/CE relativa ai contratti di credito ai consumatori, nonché modifiche del titolo V del testo unico bancario in merito alla disciplina dei soggetti operanti nel settore finanziario, degli agenti in attività e dei mediatori creditizi. (Parere al Ministro per i rapporti con il Parlamento, ai sensi dell'articolo 1, commi 3 e 5, della legge 7 luglio 2009, n. 88. Seguito e conclusione dell'esame. Parere favorevole con osservazioni)



Roma, 25 Luglio 2012

Si comunica che in data odierna, la delegazione della R12/UILCA rappresentata dal Segretario Nazionale,  Piero Antonio Billò e dal  Segretario Regionale della Puglia, Antonello Scarlatella è stata ricevuta, presso gli uffici istituzionali, dal Vice Presidente della Camera dei Deputati, On. Antonio Leone alla presenza del Presidente della Commissione Finanze, On. Gianfranco Conte.



Roma, 02 Luglio 2012

I Sindacati maggiormente rappresantivi, dopo l' apertura degli elenchi degli Agenti in Attività Finanziaria e dei Mediatori Creditizi  avvenuta il 30 giugno, scrivono al Presidente dell' OAM, Maurizio Manetti, richiedendo ufficialmente una convocazione urgente, vista l' impossibilità di contattare l' Organismo, per illustrare e risolvere le problematiche presentate da Mediatori  e Agenti.



Roma, 30 Giugno 2012

Riforma Creditizia: si aprono gli elenchi degli Agenti in Attività Finanziaria e dei Mediatori Creditizi, sul sito dell'OAM, è stata pubblicata la notizia che "sono istituiti, a far data dal giorno 30 Giugno 2012, l'elenco degli agenti in attività finanziaria a norma dell'art. 128-quinquies T.U.B. e l'elenco dei mediatori creditizi a norma dell'art. 128-septies T.U.B.



Roma, 21 Giugno 2012
In data odierna il Ministro per i rapporti con il Parlamento, Prof. Dino Piero Giarda, ha trasmesso all' On. Gianfranco Fini, Presidente della Camera dei Deputati, lo schema di decreto legislativo "ulteriori modifiche ed integrazioni al DLG n. 141 del 2010, recante attuazione..



Roma, 15 Giugno 2012
Il Consiglio dei Ministri si è riunito a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del presidente del consiglio, Mario Monti, e del segretario il sottosegretario di stato alla presidenza, Antonio Catricalà, e ha approvato, tra le altre cose, in prima lettura il secondo decreto legislativo..



Roma, 14 Giugno 2012

Riforma Creditizia: in discussione in Consiglio dei MInistri il "Secono" d.lgs. correttivo del d.lgs. 141/10 venerdì 15 giugno 2012 (alle ore 9,00 a Palazzo Chigi) il Consiglio dei Ministri prenderà in esame il decreto legislativo "ulteriori modifiche ed integrazioni al DLG n. 141 del 2010"..



Roma, 09 Giugno 2012
Il Sottosegretario Polillo, rispondendendo ad un interrogazione(Moffa/Scilipoti) ha avuto modo di ravvisare forti elementi di contradditorietà del provvedimento, ritenendo di impegnare il Governo ad un attento ed approfondito processo di confronto dialettico per individuare posizioni di comune revisione del testo.



Roma, 07 Giugno 2012

Oggi nella sala degli uffici parlamentari di Palazzo Poli i sindacati di categoria hanno partecipato ad un tavolo di lavoro che ha visto la presenza dell'On.Scilipoti firmatario, con l' On.  Moffa  Presidente della Comissione Lavoro della Camera, dell' interpellanza urgente (Iniziative a tutela degli operatori della mediazione creditizia, anche al fine di salvaguardare i livelli occupazionali del settore – n. 2-01463).



Roma, 01 Giugno 2012
Comunicato dell’OAM, si continua con le vecchie regole anche dopo il 12 giugno
Scritto da Flavio Meloni - Simplybiz



Roma, 31 maggio 2012

Il Ministero del Lavoro, pur riservandosi ulteriori approfondimenti, ha espresso l’avviso che la figura del collaboratore debba trovare la propria regolamentazione nell’ambito delle norme esistenti in materia di lavoro e nel rispetto di queste.



Roma, 23 maggio 2012

Il Ministero del Lavoro invita ad un incontro i sindacati R12-UILCA-UIL, NIDL-CGIL, FENAMEC-FELSA-CISL, SIMEDIA-ALE-UGL, FIMAA-CONFCOMMERCIO e i rappresentanti del MEF Maresca e Luchetti, con oggetto il D.LGS. n. 141/2010



RRoma, 17 maggio 2012

Camera dei Deputati Interpellanza Urgente 2/01463 sul Dlg 141/2010 a firma dell' On. Scilipoti e On. Moffa



Roma, 16 maggio 2012
Richiesta urgente di audizione alle Commissioni Finanze e Lavoro di Camera e Senato



Roma, 15 maggio 2012

R12-UILCA invita NIDL-CGIL, FENAMEC-FELSA-CISL, SIMEDIA-ALE-UGL e FIMAA-CONFCOMMERCIO ad un azione immediata sul piano giurido amministrativo



Roma, 30 aprile 2012

Consultazione pubblica sui requisiti organizzativi per l’iscrizione nell’elenco dei mediatori creditizi   Testo integrale

Roma, 30 aprile 2012

Consultazione pubblica sulle condizioni e requisiti per l’iscrizione nella sezione speciale dell’elenco degli agenti in attività finanziaria da parte degli agenti che prestano esclusivamente i servizi di pagamento. Testo integrale


Roma, 25 aprile 2012
Mediatori credito: la riforma non decolla, ritarda l'avvio degli elenchi

   



Roma, 12 aprile 2012  
R12 presenta lo SPEAKER'S CORNER



Roma, 30 marzo 2012
I sindacati scrivono alle associazioni datoriali: “Riprendiamo il dialogo sull'Ente Bilaterale”

  • Lettera aperta dei Segretari Nazionali alle associazioni datoriali di categoria



Roma, 27 marzo 2012
II° Correttivo Dlgs. 141/2010, obiettivo dei sindacati: definire la figura del Collaboratore.



Questo Portale non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu